Ristrutturare casa 2020, come funziona il bonus pavimenti

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest

L’Ecobonus 2020 regala grandi sorprese in materia di detrazione fiscale. Anche il rifacimento del pavimento rientra nei parametri di questo bonus del risparmio. Come sfruttare gli ecoincentivi per il bonus pavimenti? Prima regola è installare un riscaldamento a pavimento. Trucchetto per
rientrare nelle opere che migliorano l’efficienza energetica. Il contribuente può così accedere al 110% della detrazione, ovviamente nella dichiarazione dei redditi. Tale detrazione è usufruibile in 5 anni. Inoltre, si può chiedere lo sconto in fattura del 100%. Tradotto si riesce il più delle volte ad investire gratuitamente per i lavori di ristrutturazione eseguiti, pavimentazione compresa. Il bonus pavimenti 2020 presenta altre numerose novità e agevolazioni fiscali. Vediamole insieme nel dettaglio.

Come richiedere il bonus pavimenti 2020

La pavimentazione di casa, interna o esterna, necessita di manutenzione costante. Non è solo questione di stile, dell’indecisione tra un pavimento di sassi o del parquet in legno massello per dare personalità all’abitazione. Il
pavimento rientra in quei lavori definiti strutturali e per questo rientra nei bonus fiscali. Premessa, il Superbonus 2020 con il 110% di detrazione è valido solo nel caso di lavori di ristrutturazione riguardanti la prima casa, i condomini e le case popolari. In tutti gli altri casi resta valido il Bonus con la vecchia aliquota. Il parametro si può arginare in un caso:

Se la seconda o terza abitazione è un appartamento all’interno di un condominio, nel quale si stanno realizzando lavori di ristrutturazione per il miglioramento dell’efficienza energetica, scatta il Superbonus 2020 del 110%.

Se non si rientra negli ecoincentivi straordinari, per richiedere il bonus pavimenti è necessario che il rifacimento si parte di un progetto più ampio di lavori di manutenzione. In questo caso, quando si inizia una ristrutturazione e la sostituzione del pavimento risulta necessaria, si può
usufruire del bonus pavimenti con 50% di detrazione fiscale.

A chi spetta il bonus pavimenti 2020

  • proprietari dell’immobile
  • titolari di un diritto di godimento, uso, usufrutto
  • inquilino o comodatario
  • soci di cooperative
  • soci delle società
  • imprenditori, solo per immobili non beni strumentali

È possibile usufruire del bonus pavimenti 2020, per interni ed esterni, sia per i condomini che per le case private.

Bonus pavimenti 2020, condominio

L’unica condizione è che non venga in nessun modo modificata la collocazione del pavimento oggetto del rifacimento. La detrazione fiscale è valida per:

  • fornitura
  • posa in opera
  • rimozione della vecchia superficie
  • ripristino del sottofondo

Per la casa privata valgono le stesse regole a patto che i lavori di ristrutturazione siano di manutenzione ordinaria e non per fini estetici.

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest