8 interventi per aumentare il valore di una casa, prima di metterla in vendita

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest

Quando ci si trova a vendere casa la prima domanda che ci si pone è quanto si possa guadagnare dalla vendita. Quello che non sempre si riesce a calcolare è quanto si possa ricavare di più: il segreto risiede nell’aumentare il valore di un immobile PRIMA di metterlo sul mercato.

In alcuni casi possono bastare pochi interventi mirati per massimizzare il guadagno, in altri l’investimento richiesto è più consistente.

In linea generale vale sempre la pena di investire in interventi migliorativi pima della vendita di una casa: il prezzo di vendita può crescere fino al 20% e con tutta probabilità possono diminuire anche i tempi di vendita.

Non tutti i lavori però hanno la stessa capacità di aumentare il valore del tuo immobile: alcuni sono necessari solo per aumentare l’attrazione della tua casa agli occhi dei potenziali acquirenti. Altri lavori innalzano immediatamente la quotazione.

Spesso dei semplici lavori di ristrutturazione come il rifacimento dei bagni o dei pavimenti uniti al cambio di alcuni arredi sono sufficienti per rendere un immobile molto più interessante agli occhi di chi cerca casa.

Vediamo in seguito quali sono gli interventi capaci di aumentare il valore di un immobile:

 

Nuovi impianti e serramenti per migliori prestazioni energetiche

Peggiori saranno le condizioni degli impianti della tua casa, più sarà difficile venderla! L’impiantistica ha un grande ascendente su chi si appresta a comprare casa: se gli impianti sono vecchi, prima o poi sarà necessario fare i conti con idraulici, elettricisti e piastrellisti e rimettere la casa sottosopra. Una scocciatura che non tutti sono disposti ad affrontare, senza considerare gli eventuali imprevisti!

Tra i fattori che possono far lievitare il valore di un immobile ci sono quegli impianti che migliorano il comfort abitativo: climatizzazione, antifurto e zanzariere. Un insieme di migliorie che, con poche migliaia di euro di investimento, fanno lievitare il valore della casa perché fanno accrescere la vivibilità di un immobile.

Quando possibile, è meglio passare a impianti più efficienti dal punto di vista energetico; questo attirerà gli acquirenti con la sua capacità di contrastare gli sprechi e garantire una resa migliore, per esempio installando pompe di calore o pannelli solari.

La pompa di calore: consente un risparmio fino al 7% in più rispetto ad altri sistemi di riscaldamento e si stima possa aumentare di circa il 3% il valore di un’abitazione. I pannelli solari, invece, aumentano del 6% il valore della casa. Inoltre, le case con pannelli solari si vendono un 20% più velocemente rispetto a quelle che ne sono sprovviste.

Anche cappotto termico, coibentazione del tetto e sostituzione degli infissi sono interventi che garantiscono un risparmio nei consumi e inoltre sono in grado di aumentare realmente il valore dell’immobile. Non bisogna tralasciare che questi interventi danno diritto anche ad agevolazioni fiscali per la riqualificazione energetica, la ristrutturazione degli edifici e l’acquisto di elettrodomestici.

 

Cambiare infissi e pavimenti

L’impiantistica gioca un ruolo fondamentale nel definire il valore di un immobile ma anche il primo impatto che si ha quando si entra al suo interno ha la sua importanza: vedere una stanza con finiture obsolete, o addirittura allo stato grezzo può generare una impressione negativa e scoraggiare la vendita.

Pavimenti e infissi fanno lievitare il valore dell’immobile: basti pensare che cambiare il pavimento fa aumentare del 3% il suo valore.

Inoltre, come accennato, gli acquirenti sono sempre più attenti ai consumi e all’efficienza degli immobili, perciò investire in lavori che contribuiscono a migliorare la classe energetica rende la casa molto più appetibile sul mercato; i serramenti, in particolare, sono alla base di un buon isolamento termico della casa e, di conseguenza sono determinanti ai fini del calcolo dei costi in bolletta.

 

Cambiare pareti o muri

Cambiare la disposizione degli ambienti o ridefinire gli spazi dell’abitazione è un intervento di manutenzione straordinaria ed è uno degli investimenti che permette vendere meglio: si stima che il valore di un immobile aumenti del 10%! Questa soluzione è particolarmente consigliata nelle situazioni in cui la distribuzione degli spazi è poco funzionale. Tuttavia, si tratta di opere da eseguire dopo un’attenta valutazione e progettazione da parte di un professionista che sappia valutare l’effettivo impatto dell’investimento sul valore dell’immobile.

A differenza del passato, in cui ci si concentrava su metrature maggiori, gli acquirenti oggi cercano case piccole ma ben distribuite. Di conseguenza, oggi, le case piccole sono sul mercato a prezzi piuttosto elevati.

Il progetto di uno spazio in previsione degli arredi che dovrà ospitare ne accresce il valore, indipendentemente dal gusto, dallo stile o dalle esigenze specifiche dei proprietari. Per esempio potrebbe essere possibile aggiungere un bagno per accrescere il valore di un immobile. Un altro esempio può essere quello della realizzazione di un controsoffitto o dei lavori in cartongesso per ridefinire degli spazi e valorizzare gli arredi. Lavori che impreziosiscono lo spazio, lo rimodellano e lo rendono più definito.

 

Dipingere le pareti

Tra gli interventi che abbiamo elencato fin ora, dipingere le pareti è quello meno costoso ed impegnativo; tuttavia, può incidere sul valore della casa incrementandolo del 2% e sicuramente il valore aggiunto consente di vendere o affittare più velocemente casa: anche solo cambiare il colore delle pareti o rinfrescarle con una mano di pittura bianca può trasformare le emozioni che una stanza trasmette.

 

Ristrutturare il bagno o la cucina

Sebbene il costo possa essere relativamente elevato, è innegabile che il bagno e la cucina siano i due ambienti su cui gli acquirenti concentrano maggiormente la loro attenzione; inoltre si stima che il valore dell’immobile possa aumentare di circa il 5%.

Presentare una casa con un bagno dotato di sanitari e piastrelle datati non invoglia certo l’acquisto, così come una cucina “provata” dal tempo e dall’uso.

Dunque, rinnovare questi spazi darà la sensazione di un immobile ben curato e permetterà di rivalutare la tua casa.

Si può inoltre considerare di aggiungere arredi fissi, come un armadio a muro; si tratta di un intervento su misura il cui costo consente di recuperare fino al doppio dell’investimento!

 

Opportunità di aumentare la superficie

Considerare la possibilità di un ampliamento della casa, dopo opportune verifiche normative e di fattibilità, comporta ovviamente un aumento della volumetria. Dopo aver considerato che la maggior parte degli interventi di ampliamento deve essere corredata da pratiche edilizie, vediamo ora quali sono le varie possibilità per effettuare un ampliamento dell’immobile:

 

  • Chiusura di una veranda

Se hai a disposizione lo spazio esterno di balconi e terrazze, una buona idea potrebbe essere quella di installare una veranda. Si tratta di coperture che consentono di sfruttare a pieno la luce naturale, dal momento che le pareti sono realizzate con vetrate apribili o fisse. In questo modo la superficie diventa l’80% più cara rispetto a una aperta, in media l’aumento del valore dell’immobile è stimato al 7%.

 

  • Realizzazione soppalco

Il soppalco è la soluzione adatta per chiunque voglia sfruttare soffitti molto alti, aumentando quindi lo spazio abitabile. I soppalchi possono essere realizzati in legno, in ferro e anche in vetro, per chi ama le soluzioni moderne.

Un soppalco accresce il valore di un immobile del 20%: un monolocale può così diventare una “minicasa” di due ambienti grazie a un soppalco e conquistare un interessante prezzo di mercato.

 

  • Recupero di un seminterrato

Quando ci si appresta a ristrutturare un seminterrato, tieni sempre in considerazione il problema umidità. Per questo sarà necessario prevedere dei lavori di isolamento termico che prevengano la formazione di muffe.

 

  • Recupero di un sottotetto

Al contrario del seminterrato, il sottotetto si rivela come la zona della casa più illuminata e più calda. Ideale quindi per realizzare uno studio o una camera da letto. È un intervento che porta quindi notevoli benefici a chi decide di ristrutturare casa.

 

Sfruttare il giardino

Se c’è un tipo di ristrutturazione che può far lievitare il valore di un immobile è sicuramente quella degli esterni, inoltre, progettare con cura l’ambiente esterno e creare uno spazio verde bello ed organizzato produrrà un effetto estremamente positivo sui tuoi potenziali compratori: l’eventualità di disporre di un giardino da utilizzare come una vera e propria stanza extra, specialmente se la casa non è molto grande, costituirà un motivo in più per comprare il tuo immobile.

Ristrutturare gli esterni riesce ad accrescere il valore della casa fino al 10%; inoltre è piuttosto economico e permette di accedere al Bonus Giardini, l’incentivo che dà la possibilità a chi effettua lavori di sistemazione a verde ex novo o il radicale rinnovamento di aree scoperte di recuperare il 36% delle spese sostenute su un massimo di 5 mila euro.

Tra gli interventi per gli spazi esterni si può considerare di aggiungere una piscina: una miglioria relativamente impegnativa sia dal punto di vista pratico che economico ma che può aumentare di molto il valore dell’immobile.

 

Infine, cura i dettagli

Se l’immobile è completamente ristrutturato ma non riesci a venderlo, probabilmente non stai prestando attenzione ai dettagli: complementi di arredo, tende e cuscini sono irrilevanti in termini di valore dell’immobile ma sono fondamentali per trasmettere sensazioni positive.

L’occhio vuole sempre la sua parte: la giusta combinazione di questi elementi crea l’atmosfera perfetta per far emergere il carattere della tua casa ed emozionare il tuo acquirente.

Bastano pochi secondi per innamorarsi di una casa, come insegna l’home staging, la tecnica che con una riorganizzazione sapiente degli spazi e degli arredi è in grado di aiutare il proprietario di casa a incrementare i possibili guadagni derivanti da una vendita o da una messa in locazione anche del 15%.

Valorizzare uno spazio significa anche scegliere la luce giusta distinguendo le superfici da tenere in ombra e quelle da risaltare. Un giusto mix tra illuminazione a Led, soffusa o indiretta e fonti luminose più dirette e puntuali creano una gestione eterogenea dello spazio luminoso.

 

Un ultimo suggerimento è quello di inserire nella casa le tecnologie “smart”, ovvero quei servizi intelligenti che permettono con un semplice click di comandare tutta la casa: accendere le luci, aprire le porte, attivare o disattivare il sistema di sicurezza, controllare la temperatura, irrigare il giardino…

Nonostante il loro costo non sia così trascurabile, risulta una scelta molto più economica rispetto ad altre migliorie che potresti introdurre per aumentare il valore di un immobile.

 

Per una consulenza mirata sugli interventi migliori per aumentare il valore della tua casa prima di metterla in vendita contatta il team di Vismara Consulting: potrai valutare la fattibilità, i costi e i benefici e le eventuali agevolazioni fiscali dei diversi interventi.

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest