Lavori Casa, tre bonus da sfruttare per risparmiare

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest

Quali sono i bonus o le agevolazioni presenti attualmente nella Legge di Bilancio 2021 per ristrutturare case? Si tratta di un argomento che attira sempre più persone, ingolositi dalla prospettiva di poter dare un nuovo volto alla propria abitazione e risparmiare sul costo finale. C’è però tanta confusione e la necessità di fare il punto della situazione per capire quali sono le possibilità previste quest’anno. Infatti nelle disposizioni presenti sul sito dedicato all’Agenzia delle Entrate si può scoprire che sono attualmente in vigore numerosi bonus. Per semplificare tutto, abbiamo scelto tre bonus ideali da sfruttare per lavori in casa.

  • Superbonus 110%
  • Ecobonus
  • Bonus ristrutturazioni

Superbonus 110%

La super detrazione del 110% è stata introdotta per migliorare le prestazioni energetiche e sismiche del patrimonio edilizio esistente e per contribuire al rilancio del settore edile. Si potrà accedere all’ecobonus dall’ 1 gennaio e fino al 31 dicembre 2021 per ottenere le agevolazioni fiscali. Uno strumento che consente di beneficiare di un rimborso pari alla metà della spesa sostenuta. La detrazione infatti consentirà di accedere ad uno sgravio Irpef pari al 50% e fino ad un limite massimo di 96.000 euro se si effettuano lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria in condominio o in edifici singoli.

La detrazione potenziata al 110% riguarda le spese sostenute dal 1° luglio 2020 e fino al 31 dicembre 2021 in riferimento a specifici interventi di efficienza energetica e all’adozione di misure antisismiche sugli edifici, nonché quelle per l’installazione di impianti solari fotovoltaici connessi alla rete. Le unità immobiliari che appartengono alle categorie catastali A1, A8 e A9 sono escluse dall’agevolazione.

Ecobonus

L’Ecobonus è un incentivo diretto agli interventi di riqualificazione energetica. Il bonus permette di accedere a diverse detrazioni da dividere in 10 rate suddivise su base annuale del medesimo importo. La detrazione fiscale prevista è da dal 50 al 65% per i lavori su edifici singoli, che sale fino al 75% per le spese per interventi di riqualificazione energetica dei condomini. La detrazione per interventi sulle abitazioni riguarda tutti gli interventi e le spese sostenute ai fini di:

  • miglioramento termico dell’edificio (coibentazioni, pavimenti, finestre e infissi);
  • installazione di pannelli solari;
  • sostituzione di impianti di climatizzazione invernale;
  • interventi di domotica, cioè installazione di dispositivi multimediali per il controllo a distanza degli impianti di riscaldamento.

Bonus ristrutturazioni

Prorogato per “favorire gli investimenti sul patrimonio edilizio, anche per aumentare la resilienza e sostenibilità e sostenere la ripresa del settore delle costruzioni”, il bonus ristrutturazioni permette di usufruire della detrazione Irpef al 50%. Valido per le spese sostenute dal 26 giugno 2012 e fino al 31 dicembre 2021 e limite di 96.000 euro di spesa. Il decreto Rilancio ha stabilito le possibili modalità di fruizione:

  • detrazione in 10 anni nella propria dichiarazione dei redditi;
  • cessione del credito a terzi, banche comprese;
  • sconto in fattura, se l’impresa che ha effettuato i lavori è d’accordo.

L’agevolazione fiscale può essere richiesta da tutti i contribuenti soggetti al pagamento delle imposte sui redditi, residenti o non residenti in Italia. La detrazione del 50% sull’Irpef può essere richiesta da:

  • proprietari o nudi proprietari;
  • titolari di un diritto reale di godimento (usufrutto, uso, abitazione o superficie)
  • locatari o comodatari;
  • soci di cooperative divise e indivise;
  • imprenditori individuali, per gli immobili non rientranti fra i beni strumentali o merce;
  • soggetti che producono redditi in forma associata, alle stesse condizioni previste per gli imprenditori individuali.
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest